SINGLE cerca casa: cosa cerca chi sceglie di vivere da solo, secondo RE/MAX Italia

di Shadow 508 views0

Secondo un’indagine condotta dal gruppo Immobiliare RE/MAX, l’8.4% degli italiani vive da solo. Leggermente superiore il numero di uomini che affrontano la vita da single, rispetto alle donne.

Cresce inoltre la fascia di età di chi può oggigiorno permettersi di pagare un affitto o acquistare una casa dove vivere per proprio conto, sono sempre di più infatti i giovani tornati a vivere con la famiglia durante gli studi universitari o durante il periodo di ricerca di un impiego stabile. 

Comprare o affittare: questo il dilemma!

Secondo gli oltre 2.000 professionisti dell’immobiliare RE/MAX che operano nelle più di 300 agenzie affiliate in Italia, i single attualmente, forse perché in attesa di trovare ancora la loro anima gemella, preferiscono vivere in affitto. Quella percentuale che decide di investire in una casa di proprietà ha a disposizione un budget che va dai 100.000 ai 250.000 euro e che permette di acquistare una soluzione immobiliare dalla metratura più contenuta, soprattutto in città, e per le quali, nella maggior parte dei casi, deve comunque richiedere un mutuo pari ad almeno 100.000 euro. 

Dove prediligono vivere i single?

Dai dati raccolti da RE/MAX, il 43% degli italiani che sceglie di vivere da solo preferisce la vita in cittàsoprattutto per le maggiori attrattive e possibilità di svago offerte.

Scende di dieci punti percentuali (33%) il numero di single che al divertimento e allo svago preferisce la comodità di una casa più ampia e per questo, avendo a disposizione un budget inferiore ai 250.000 € sceglie di vivere in località di provincia distanti dai centri città.

A seguire quella fetta di single, pari al 17%, che non vogliono assolutamente rinunciare a vivere nella natura e per questo optano per vivere lontano dalla città.

Solo 7 single su 100 scelgono la via di mezzo, lavorare in città e vivere in quella aree che possiamo definire la cosiddetta fascia pendolare e che ogni giorno si spostano con i mezzi per recarsi al lavoro in città ma poi la sera ritornano a casa, percorrendo diversi chilometri di distanza.