PSVR non decolla: La giustificazione di Sony sulle vendite del visore

di Shadow 423 views0

L’attuale CEO di Sony “Kaz Hirai” ha rilasciato di recente una dichiarazione sul PSVR, quasi per giustificare le vendite non molto soddisfacenti del visore.

 

Kaz Hirai: Avevamo previsto tutto

 

Avevamo immaginato fin da subito che il PSVR avrebbe fatto fatica a partire, ma restiamo comunque soddisfatti dei numeri registrati in relazione delle unità spedite nei negozi.

Abbiamo sempre detto che non saremmo subito tuffati a capofitto nella VR, si tratta di una tecnologia che richiede una prova da parte del consumatore, non è un qualcosa che puoi vendere basandoti su un articolo.

E’ stata una nostra decisione quella di non sovraffollare i negozi di PSVR per evitare che i commercianti potessero rimanere delusi dalla mancanza delle vendite.

C’è stata una partenza a rilento che abbiamo già previsto. Alcuni negozi hanno esaurito le scorte disponibili durante il periodo natalizio.Una delle ragioni per cui non diffondiamo i numeri è perchè non vogliamo che questi diventino fini a sè stessi.

Questa è stata la dichiarazione del CEO di Sony in merito al Playstation VR, il visore per la realtà virtuale su console. A differenza degli Oculus Rift o degli HTC Vive, il PSVR ha fatto fatica a decollare e fa fatica tuttora ad entrare nelle case dei consumatori, dopotutto chi è disposto a spendere 399 euro per un visore che userà poche volte?

Considerando che la concorrenza ha un costo di quasi 1000 euro tra visore e accessori (controller) senza contare che bisogna acquistare e quindi disporre di un PC da Gaming, 399 euro sono un prezzo giusto, nonostante la risoluzione ovviamente sia inferiore.

Attualmente su PS4 le esperienze in VR sono poche, probabilmente dovremo attendere il corso dell’anno per ritrovarci maggiori titoli, contrariamente quanto accade su PC dove la scena VR è più attiva e viva che mai.

Sony ha proposto svariati titoli al lancio, ma a distanza di mesi l’unico titolo rilasciato è Resident Evil 7 che può essere giocato anche senza visore e che non è una esclusiva per lo stesso. Che Sony non abbiamo pubblicizzato a dovere il VR non vi sono dubbi ma si sa che i consumatori non sono disposti a spendere 399 euro per un VR, dopotutto parliamo del costo di una console, senza contare che è ottimizzato per la PRO.

La realtà virtuale costa e fino a quando non sarà accessibile potrebbe restare sugli scaffali dei negozi a prendere la polvere. Il PSVR rispetto la concorrenza si differenzia per comodità, risoluzione bassa e controller riciclati da un sistema di gioco mai decollato.

Fonte: Gamerbrain.net