Campionato: la Juve tra big match e Champions, l’Inter in campagna acquisti

di SecoloDellaRete 59 views0

Dopo Napoli Juve, continua la serie di big match nel massimo campionato di calcio.

Ora sarà la volta di Juve – Inter.

Per i bianconeri si tratta della terza fatica in 9 giorni: oltre alla sfida del San Paolo, anche quella estremamente delicata di Champions con l’Olympiacos. Prima il match point per lo scudetto, poi l’accesso agli ottavi (i greci sono ultimi, ma un passo falso dei bianconeri potrebbe costare la qualificazione a Higuain e compagni), infine il derby d’Italia, con i nerazzurri. Non si può dire che gli stimoli manchino alla squadra di Allegri, in questa fase della stagione.

La Juve: presenti, assenti e delusioni

A proposito di Higuain, l’argentino è stato operato per una frattura al metacarpo della mano sinistra e, dopo aver saltato la sfida con gli azzurri di Sarri, i tifosi attendono con ansia il suo rientro in campo. D’altro canto, tra veli e passaggi millimetrici, lo si deve anche a lui se Dybala, fino ad oggi, ha segnato 12 reti in 14 partite (terzo dopo Icardi e Immobile).

Ma il rientro in campo di Gonzalo non sarà nemmeno per la sfida con l’Inter. Sarà invece presente Giorgio Chiellini, fuori alla vigilia dello 0 – 0 con il Barcellona.

Nel frattempo il tecnico livornese, insiste nel sostenere che il modulo non conta, almeno non quanto l’atteggiamento. Sarà! Però, visto il recente passato si potrebbe pensare ad un ulteriore utilizzo di una difesa a tre, come quella già schierata con Barcellona e Crotone: Andrea Barzagli, Benedikt Howenes e Medhi Benatia, all’interno dello schema 3 – 4 – 2 – 1.

E se in porta, l’eterno Buffon non sembra dare segni di cedimento e l’ultima sua dichiarazione a proposito della nazionale (“sono come un soldato arruolato, resto in azzurro anche a 60 anni”) non lascia adito a dubbi, a centrocampo deludono fortemente le prestazioni dell’ex Porto Alex Sandro.

Nel frattempo gli appassionati di scommesse calcio William Hill potranno iniziare a fare tutti i loro calcoli, per effettuare le migliori puntate in funzione dei titolari in campo e degli assenti, che staranno in tribuna a guardare il match.

L’Inter e la campagna acquisti

E l’Inter? L’intensità dei giochi per la squadra di Spalletti è meno pressante, senza la Champions e con impegni di campionato, almeno sulla carta, più leggeri (prima di ospitare il Chievo, l’Inter era stato a Cagliari per una facile vittoria 3 – 1 sui sardi).

Sarà forse per questo che i nerazzurri arriveranno alla sfida all’Allianz Stadium più rilassati, tensione degli ultimi giorni a parte.

Al punto da essere concentrati in prevalenza sulla campagna acquisti invernale.

Intanto le conferme: Candreva, Gagliardini e D’ambrosio sono irremovibili, così come Santon. Se a questi aggiungiamo il neo acquisto Padelli, il portiere classe 1985 aumenta la lista di italiani che vestono la magia nerazzurra.

E, a giudicare dagli obiettivi di mercato sembrerebbe proprio che Spalletti e Thohir, assieme ai tecnici Sabatini e Ausilio, abbiano intenzione di mantenere delle quote di “italianità” elevate.

Innanzitutto, il difensore classe 1999 Alessandro Bastoni, che è già stato acquistato all’Atalanta. E poi, forse l‘informazione più rilevante, le mire su Federico Chiesa. Si tratta dell’attaccante di spicco della Fiorentina, classe 1997, per il quale la proposta dei nerazzurri è già a quota 50 milioni di euro. Se gli impegni contrattuali di Chiesa non potessero liberarlo per gennaio, già a giugno l’attaccante viola potrebbe già passare le prime visite mediche a Milano.